Porte scorrevoli che si illuminano e si ricaricano con un cellulare

 

 

Le porte scorrevoli interne sono una soluzione sempre più utilizzata da chi deve ottimizzare spazi piccoli e dagli amanti di uno stile di arredamento minimal.

Quali sono i pro e i contro dell’utilizzo di porte scorrevoli a scomparsa?

L’eleganza e la comodità sono sicuramente punti a favore, ma c’è un aspetto che almeno fino ad ora ha preoccupato gli amanti di queste soluzioni salva-spazio. Uno dei limiti che spesso viene attribuito alle porte scorrevoli a scrigno, è quello di non permettere lo sfruttamento della parete che le ospita, al cui interno è installato l’apposito controtelaio.

 

 

 

 

Per ovviare a questo problema, Eclisse, azienda made in Italy, propone due modelli di controtelai per porte a scomparsa che permettono il passaggio di cablaggi elettrici e di avere quindi, vicino al foro porta, interruttori, prese, termostati e punti luce; entrambi studiati nella versione per pareti in cartongesso o intonaco, nella variante ad anta singola e ad anta doppia e per porte con e senza finiture esterne.

 

 

 

 

Il primo modello, Eclisse Luce, è il controtelaio per porte a scomparsa che prevedono le finiture esterne, come stipiti e cornici coprifilo, adatto per chi ama sottolineare gli accessi e i passaggi, non solo con i profili, ma anche con punti luce che ne definiscono l’estetica.

Il secondo, Eclisse Syntesis Luce, è invece pensato per gli amanti delle linee sobrie e il design minimalista. Grazie a questo sistema il pannello porta appare libero da stipiti e cornici coprifilo, ma può essere valorizzato da illuminazioni a parete o a terra.

Questo sito utilizza Cookies tecnici di terze parti al fine di monitorare gli accessi sul sito. Non vi è profilazione utenti. accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookies.
Leggi l'informativa completa sui cookies