Approvata la legge di Bilancio 2019 contenente la proroga dei due provvedimenti fino a fine dicembre 2019

 

 

 

 

 

I due provvedimenti così importanti per le famiglie italiane e per le sorti della nostra edilizia, e il collegato bonus mobili ed elettrodomestici, sono stati prorogati nella misura del 50% di agevolazioni fiscali.

Dopo il 31 dicembre 2019 il bonus casa, che è un provvedimento stabilizzato da tempo, tornerà alla detrazione fiscale del 36% mentre ecobonus e bonus mobili cesseranno la loro azione salvo un’ulteriore proroga che dovrà essere contenuta nella legge di Bilancio 2020.

Bene, dunque, la proroga che incentiva le famiglie a migliorare il proprio habitat generando effetti benefici per l’occupazione e l’economia nazionale, per l’ambiente e per lo Stato stesso.

Che cosa cambierà nel 2019 per i cittadini e per gli operatori dell’edilizia e del settore serramenti che si confronteranno con i due provvedimenti?

Poco o nulla.

L’ultima importante novità è per chi vuole accedere a bonus casa è l’inoltro della propria pratica al portale Enea nel caso di lavori che abbiano un impatto sul risparmio energetico.

Nulla cambia, al momento, per l’ecobonus per la sostituzione degli infissi esterni e per l’installazione delle schermature solari.

Si continuerà come fatto nell’anno appena trascorso, il 2018.

 

 

 

 

 

 

Questo sito utilizza Cookies tecnici di terze parti al fine di monitorare gli accessi sul sito. Non vi è profilazione utenti. accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookies.
Leggi l'informativa completa sui cookies